tour dei musei civici di verona

Tour dei Musei Civici a Verona

A Verona ho bazzicato spesso, un po’ perché ci ho studiato per un paio d’anni e po’ da turista, inizialmente per fare shopping ma poi per conoscere meglio la sua storia e la sua arte. Ed è così che quando ho letto su internet che da ottobre a maggio l’entrata ai Musei Civici veronesi costava 1€ ogni prima domenica del mese, sono corsa subito a visitarli. Ecco, questo è il tour dei Musei Civici di Verona!

Musei Civici di Verona: MUSEO DI CASTELVECCHIO

Questo museo può sembrare piccolo ma vi assicuro che una volta entrati, i suoi spazi non finiscono più! Premetto che il museo è stato allestito all’interno di Castelvecchio ed è il più importante castello Scaligero, costruito per scopi difensivi proprio sulla sponda del fiume Adige. Forse la parte più conosciuta è il ponte di Castelvecchio che collega il centro cittadino con la parte al di là dell’Adige.

Prima tappa della visita è la galleria delle sculture, dove si possono ammirare sculture, epigrafi e rilievi databili dal XII al XV secolo. La seconda tappa ci porta al secondo piano ed esattamente alla Reggia Scaligera: qui sono conservati sono conservati affreschi strappati, tavole e tele databili  tra il XIII e il XV secolo. Le sale sono veramente belle, soprattutto una, la quale è tutta affrescata con forme geometriche, tendaggi e tanti colori! Per gli amanti della guerra, c’è anche la sala delle armi, collocata all’interno del mastio: la collezione non è ampia come quella delle città vicine ma sono comunque manufatti piuttosto interessantie e datati tra il Trecento e il Settecento e la loro provenienza è longobarda e tedesca. Ora arriviamo alla sala che mi è piaciuta di più: la sala dei dipinti! Qui sono conservate opere su tela e su tavola e sculture risalenti al XVI, XVII e XVIII secolo e realizzate da artisti veronesi per le varie chiese e palazzi della città.

Finito il giro all’interno del museo, il percorso prosegue all’esterno perché ci porta a camminare lungo il “camminamento” del ponte di Castelvecchio: se fatto in una bella giornata, il paesaggio tutt’intorno è bellissimo!

Una delle sale del Museo Castelvecchio

Musei Civici di Verona: ARENA

Insieme alla Casa di Giulietta, l’anfiteatro romano è l’edificio più conosciuto di Verona. Purtroppo, a causa della mancanza di fonti storiche certe, è difficile datare la sua costruzione e la sua storia ma andando ad esclusione, quasi sicuramente è stata costruita tra l’imperatore Augusto e l’imperatore Claudio. Un aiuto per la datazione, arriva dal teatro di Pola, un anfiteatro molto simile architettonicamente parlando a quello di Verona e quindi è possibile che siano stati costruiti nello stesso periodo. Verona durante l’epoca romana, fu un centro commerciale ed economico molto importante: molti i reperti archeologici di quest’epoca.

L’Arena fu utilizzata per i combattimenti mentre oggi vengono fatti moltissimi concerti musicali e opere liriche durante il periodo estivo: già entrarci e visitarla quando è vuota fa una certa impressione (positiva), non oso immaginare durante una manifestazione del genere! Dovrò assolutamente provare. Nel 1913 fu eseguita per la prima volta l’Aida, dando il via alla lunga tradizione degli spettacoli lirici.

Una curiosità: durante il Medioevo gli “arcovoli” esterni furono affittati alle prostitue per poter lavorare!

l’interno dell’Arena

Musei Civici di Verona: MUSEO LAPIDARIO MAFFEIANO

Forse questo è stato il museo che mi ha preso di meno, sarà perché non sono una grande fan del storia antica o forse perché ci sono solo lapidari ma il mio giro qua è stato molto veloce! Qui troviamo lapidari di epoca greca, romana ed etruschi. Il museo è dedicato a Scipione Maffei, importante studioso ed archeologo che creò questo museo. Diciamo che fu il primo a dare l’importanza di creare un museo per raccogliere i reperti archeologici! Lui era convinto che le iscrizioni (lapidarie soprattutto), fosser delle vere e proprie “antichità parlanti” e fonte molto importante per conoscere il passato. Infatti sulle lapidi e sulle stele antichi, venivano raccontenti fatti e storie e quindi documenti storici veri e propri.

Il giardino esterno del Museo Lapidario Maffeiano

Musei Civici di Verona: MUSEO DEGLI AFFRESCHI “G.B. CAVALCASELLE”

Questo museo per me è stata una grande e bellissima scoperta: ve lo consiglio proprio! Ristrutturato recentemente ed allestito all’interno dell’ex convento di San Francesco al Corso, ospita alcune delle più importanti testimonianze dell’arte a Verona tra il X e il XVIII secolo. La nuova disposizione del museo permette di ammirare frammenti lapidei e architettonici, iscrizioni, capitelli, mensole e patere di grande valore storico e decorativo, provenienti da edifici religiosi distrutti coevi al ciclo affrescato della grotta di San Nazaro,preziosi affreschi, affiancati da dipinti, bozzetti, ceramiche. Tra gli affresci, ricordo che il primo strato è datato 955 mentre il secondo è del XII secolo.

Ma forse ben pochi sanno che qua è custodita la tomba di Giulietta. Secondo la testimonianza dell’erudito Girolamo dalla Corte, colui che per primo che parla del sepolcro custodito nel convento di San Francesco, veniva individuata proprio qua il luogo della sepoltura di Romeo e Giulietta!

Una delle sale del Museo degli Affreschi Cavalcaselle

Musei Civici di Verona: GALLERIA D’ARTE MODERNA “A. FORTI”

La galleria è situata nel complesso architettonico del Palazzo della Ragione e ha l’obiettivo di cercare ed esporre le correnti e i protagonisti che hanno caratterizzato la storia dell’arte moderna in Italia e lasciato importanti impronte in questo ambito. Nel corso del tempo le varie opere vengono esposte a rotazione per poterle far conoscere al grande pubblico e spesso provengono sia dai magazzini della galleria stessa che prestati da importanti istituzioni museali italiane ma anche da collezioni private. Dall’altro canto, si cerca di avere un rapporto continuativo con il territorio attraverso le associazioni culturali, scuole, accademie e le università.

Compreso nel prezzo è possibile visitare anche Torre Lamberti che sovrasta piazza delle Erbe. Torre che risale al XII secolo, custodisce anche delle campane che suonano tutt’ora e da qui si può ammirare una bellissima Verona dall’alto.

Piazza delle Erbe vista dalla Torre Lamberti

Musei Civici di Verona: CASA DI GIULIETTA

Insieme all’Arena, la Casa di Giulietta con il relativo balcone, è il simbolo di Verona. Secondo varie leggende e credenze popolari, questa sembra essere la casa originaria dove nacque Giulietta Capuleti. L’edificio risale al Medioevo e fu di proprietà della famiglia Dal Cappello, dando così il nome anche all’omonima strada. Durante i secoli la casa ha subito diversi interventi, fino a quando nel 1907 il Comune di Verona non ha deciso di comprarla e oggi allestirla come museo.

Il museo si distribuisce su diversi piani dove è possibile ammirare una casa tipicamente medievale. Una curiosità: la stanza da letto è stata allestita con il letto e i costumi di Romeo e Giulietta usati dal regista Franco Zeffirelli nel suo film del 1965.

23 giugno 2014: in questa data è stata collocata nel cortile della Casa di Giulietta una copia della statua in bronzo che riproduce Giulietta, statua creata dallo scultore Nereo Costantini nel 1969. Si dice che toccare il suo seno destro, porta fortuna!

La stanza di Giulietta

Musei Civici di Verona: TEATRO ROMANO & MUSEO ARCHEOLOGICO

E’ il mio posto preferito di Verona e appena posso ci vengo! E’ tra i teatri romani meglio conservati in Italia e ancora oggi, in estate, vengono effettuati concerti. Domo aver visitato il teatro, salendo le gradinate è possibile raggiungere il Museo Archeologico: ristrutturato e riaperto al pubblico un anno fa, raccoglie reperti archeologici relativi all’epoca romana e ritrovati a Verona e dintorni.

Avevo già descritto il Teatro Romano nel post Verona e il suo teatro romano e la mostra L’Egitto a Verona: per gli approfondimenti, vi rimando ai miei precedenti articoli!

Verona vista dal Teatro Romano

Stanchi? Avete ancora voglia di visitare luoghi culturali? Perché non visitate le Quattro Chiese storiche di Verona? E’ un tour che vi consiglio: con il biglietto unico di 6€ potrete visitare quattro meraviglie come il complesso del Duomo, la chiesa di S. Anastasia, la chiesa di S. Zeno e la chiesa di S. Fermo.

 

Autore dell'articolo: Katia

Mi chiamo Katia, ho vissuto tra Italia, Germania e Irlanda. I posti che adoro di più? L’Irlanda, Venezia e tutte quelle località dove c’è il mare … infatti, ironia della sorte, vivo in montagna! Perché scrivo? Semplicemente per ricordare tutto quello che vedo e per imparare a scrivere! :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *