Cosa vedere a Friburgo in Brisgovia

Spesso vi ho parlato del mio Erasmus a Friburgo ma mi sono resa conto che a parte un paio di post sui parchi, non vi ho mai raccontato di questa bellissima città. Ultimamente la sto sentendo nominare parecchio per via dei mercatini di Natale in Germania e quale occasione migliore per prendere la palla al balzo e farvi fare un bel tour turistico?

Da dove partire: il tour classico

Punto di partenza è la piazza della Cattedrale centro nevralgico della città e animata ogni mattina dal mercato locale. La cattedrale in perfetto stile gotico al centro della piazza non passa di cerco inosservata grazie anche al suo campanile alto ben 116 m e definito “il più bel campanile della Cristianità”; se non soffrite di vertigini, è possibile salirci e dal quale ammirare un bellissimo panorama una volta arrivati in cima. La chiesa è stata costruita tra il 1200 e il 1513 ed è una delle poche chiese gotiche portate a termine ancora durante il Medioevo e ed è tra gli unici edifici rimasti in piedi durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Il suo interno è da vedere assolutamente: le coloratissime vetrate, l’altare maggiore dell’artista Hans Baldung Grien e le raffigurazioni del maestoso timpano situato nell’atrio non sono da perdere.

La piazza dove c’è il mercato vista dall’alto

 

Piazza della Cattedrale in versione invernale

La piazza è caratterizzata dalla presenza di una serie di edifici che non passano di certo inosservati come l’Historisches Kaufhaus di un bel rosso che risalta sicuramente e costruito tra il 1520 e il 1532, decorato con le sculture e gli stemmi degli Asburgo. Nato come palazzo del commercio e della finanza e come dogana, nel secolo scorso fu sede del Parlamento Regionale del Baden (la regione del Baden Württemberg è nata nel 1952 e Stoccarda come capoluogo). Accanto sorge l’edificio in perfetto stile rococò chiamato Wentzingerhaus che ospita il Museo della Storia Cittadina, un museo da visitare assolutamente se si vuole conoscere la storia della città. L’edificio è stato costruito nel 1761 dal pittore e architetto Johann Christian Wentzinger come la “casa al bell’angolo”. Sullo stesso lato dell’Historisches Kaufhaus e il Wentzingerhaus, sorge anche l’Alte Wache: un salto qua nella vostra pausa è consigliata perché luogo dove poter degustare i vari vini prodotti a Friburgo e dintorni.

 

Kaufhaus nella Piazza della Cattedrale

 

Da una via un pò nascosta, passando dalla vecchia fabbrica della Cattedrale, si arriva in un quartiere davvero molto carino chiamato Konviktstrasse: quartiere caratterizzato da botteghe artigiane, botique e da case caratteristiche. Bellissimo l’effetto del glicine fiorito che decora tutto il tratto. Questo bellissimo quartiere porta in una delle due antiche porte d’entrata (o di uscita) di Friburgo: Schwabentor, costruita nel  XIII secolo, sulla sua facciata è rappresentata la leggenda dello svevo che cercò di comprare ma senza successo, la città.

 

Il glicine a Konviktstrasse
Uno scorcio su Schwabentor

Altro zona caratteristica è il quartiere di Gerberau, Fischerau e Insel, dove queste viuzze molto particolari la fanno da padrone, con molti locali (bello in estate, quando si sta all’aria aperta grazie alle tante attività e agli studenti che si siedono sugli scalini della Augustinerplatz) e botteghe. Qua si trova l’Augustinermuseum che io ho adorato fin dalla prima volta che ci sono entrata: racconta la storia della cattedrale e raccoglie una buona parte dei suoi “tesori”. L’ho raccontato nell’articolo Augustinermuseum a Friburgo. Camminando tra le varie viuzze si arriva a Martinstor, la seconda delle due torri medievali che caratterizzano la città. Si trova nella centralissima Kaiser Joseph Strasse, via dello shopping.

 

Martinstor

 

Uno scorcio su Augustinerplatz vista dall’Augustinermuseum

 

L’ultima tappa ci porta nella Rathausplatz, la piazza del Municipio, chiamata così perché sorge sia il Vecchio Municipio, in passato sede del segretario comunale e il Nuovo Municipio che ospitò l’Università di Friburgo fino alla fine del XIX secolo: proprio qua si trovava la facoltà di Anatomia e il Policlinico. L’Università di Friburgo è tra le più antiche e prestigiose università della Germania e nata nel 1457. Di fronte al Vecchio Municipio sorge la Martinskirche, costruita verso il 1300 e fino al 1738 chiesa conventuale del vicino convento dei Francescani. La fontana con il monumento a Berthold Schwarz caratterizza la Rathausplatz: fontata dedicata al frate più famoso dell’ordine francescano perché si dice che questo monaco alchimista inventò la polvere da sparo. Se visitate Friburgo a novembre e dicembre, è da qui che partono i bellissimi mercatini di Natale e che si diradano nelle varie stradine secondarie.

 

Scorci natalizzi al Rathausplatz

 

Extra

  • Una tappa che non deve mancare in caso di bel tempo è sicuramente a Seepark, un parco con un lago al suo interno. E’ il posto ideale dove rilassarsi, fare un picnic, fare un pò di sporto e magari rinfrescarsi nei mesi più caldi. L’ho raccontato nel post Seepark a Friburgo!
  • Nella bella stagione le attività da fare all’aria aperta sono tantissime, anche perché Friburgo è conosciuta anche come la Green City per eccellenza. Quindi perché non cogliere l’occasione di godersi la natura circostante? Nel post Cosa fare in caso di bel tempo a Friburgo, racconto cosa si può fare in caso di bel tempo!
  • Attraversare, non prima di essersi fermati per salire sugli archi ed ammirare il panorama, il ponte Blu meglio consociuto come il Blaue Brucke,  per raggiungere il parco che sta proprio di fronte alla Herz Jesu Kirche.
  • Andare a scoprire cosa ci fa un coccodrillo in un canale di Friburgo.

 

Uno scorcio sul Blau Brucke

Curiosità

  • Friburgo è caratterizzata da tanti piccoli Bächle, piccoli canali che caratterizzano la città e furono costruiti soprattutto per motivi pratici: aiutavano a spegnere i frequenti incendi della città. Oggi servono più da refrigero nelle calde giornate estive. Ma dovete far attenzione a non scivolarci dentro: si dice che chi ci cade dentro è destinato a sposare uno del posto!
  • Fate attenzione nelle vie del centro e guardate bene dove calpestate: in passato si usava creare dei disegni sulla strada davanti ai negozi, indicando tipo di commercio effettuato in quel negozio.
  • Friburgo è la Green City per eccellenza. Città eco-sostenibile dove tram elettrici, bici e pedoni la fanno da padrone. Ma non solo! Gli edifici funzionano a pannelli solari, ci sono le colonnine che monitorano al quantità di CO2 nell’aria e ogni cosa in città si illumina con energia pulita. Il quartiere Vauban è l’esempio concreto di questo esperimento!

 

I famosi canaletti

 

 

 

Autore dell'articolo: Katia

Mi chiamo Katia, ho vissuto tra Italia, Germania e Irlanda. I posti che adoro di più? L'Irlanda, Venezia e tutte quelle località dove c'è il mare ... infatti, ironia della sorte, vivo in montagna! Perché scrivo? Semplicemente per ricordare tutto quello che vedo e per imparare a scrivere! :)

2 thoughts on “Cosa vedere a Friburgo in Brisgovia

    Roberta

    (aprile 26, 2017 - 1:50 pm)

    Appena rientrata dal mio viaggio in Germania, già sogno di tornare alla scoperta di queste località così caratteristiche. Che bella città <3

      Katia

      (aprile 26, 2017 - 2:02 pm)

      Si anche io! Come ti avevo scritto su fb, la Germania può sembrare anonima ma sotto sotto, se si vanno nei centri minori si possono scorprire grandi luoghi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *