I musei a Bolzano

Musei a Bolzano: cultura per tutti i gusti!

L’Alto Adige è conosciuto soprattutto per le bellissime montagne (come biasimare ciò? Le Dolomiti sono state inserite nel patrimonio dell’umanità UNESCO!) e per i mercatini di Natale. Ma da quando lavoro a Bolzano, mi sono resa conta di come la cultura in generale sia valorizzata attraverso i tantissimi eventi, tutto l’anno. Ed è per questo che vi voglio raccontare dei musei a Bolzano: spesso delle piccole chicche artistiche non molto conosciute ma che vale la pena di visitare!

Musei a Bolzano: MUSEO ARCHEOLOGICO DELL’ALTO ADIGE

Il Museo Archeologico è probabilmente il museo più conosciuto di Bolzano! Ötzi, l’uomo che viene dal ghiaccio, ha reso famoso l’Alto Adige: non so se vi ricordate la storia ma era stato trovato per caso in alta montagna negli anni Novanta da uno scalatore, grazie al ritiro dei ghiacci. Da lì, Italia e Austria litigarono sulla “nazionalità” dell’uomo rivenuto, spostando il confine a proprio favore. Alla fine si stabilì che Ötzi era stato ritrovato su suolo italiano, con grande soddisfazioni da parte dell’Alto Adige.

Il museo è stato inaugurato nel 1998 e deve il suo successo proprio ad Ötzi: è conservato in una cella frigorifera per mantenerlo e dà il via al percorso museale, costruito ad hoc sull’uomo del Similaun. Nel museo viene raccontato come era la vita dal Paleolitico all’Alto Medioevo: i vestiti, come si mangiava ma anche come si viveva in Alto Adige. Tante sono le mostre temporanee, supportate da visite guidate organizzate a tema.

INFO UTILI

Costo intero del biglietto: 9€ e relative riduzioni Per maggiori info: Museo Archeologico dell’Alto Adige

Museo Archeologico di Bolzano
Museo Archeologico di Bolzano

Musei a Bolzano: MUSEO CIVICO

Il Museo Civico è il museo più “vecchio” tra tutti i musei della città ma purtroppo è quello che passa maggiormente inosservato: ed è un vero peccato. Io l’adoro e quando sono in giro per Bolzano e ho un po’ di tempo, ci vado sempre.

Non è molto grande ma raccoglie tanti tesori artistici: molta arte sacra recuperata da chiese e cappelle dei dintorni, una raccolta di Madonne romaniche, altari a portelle; tutti oggetti caratteristici dell’arte locale. Ma i punti più interessanti sono sicuramente la teca che raccoglie i costumi tipici alto atesini (devo ammettere che i manichini fanno davvero impressione: sono a misura d’uomo e sono dei vecchi manichini originali in legno che risalgono al XIX secolo. Una volta erano dipinti ma talmente erano inquietanti da sembrare veri che nel 1939, Erwin Merlet le decolorò) e la sala con le stufe ad olle, molto usate in passato tra Trentino, Alto Adige e Tirolo. Un’opera particolare, che senza dubbio non passerà inosservata, è il Cristo sull’asina: nella tradizione popolare precedeva il corteo della processione della domenica delle Palme e proviene da Caldaro, un paese non tanto distante da Bolzano.

Ma non fermatevi qua: se salite con l’ascensore all’ultimo piano, troverete una torretta dalla quale ammirare la città dall’alto! Mentre al piano terra vengono spesso organizzate mostre temporanee.

Curiosità: Pier Paolo Pasolini nel 1971 girò alcune scene del suo film “Il Decameron” proprio qua: lo definì come uno dei più bei musei che avesse mai visitato, rimanendone commosso durante la visita al suo interno. Una delle stube esposte nell’ultima sala venne addirittura immortalata durante le riprese.

INFO UTILI

Entrata gratuita 🙂

 

Uno scorcio del Museo Civico di Bolzano
Uno scorcio del Museo Civico di Bolzano

 

Musei a Bolzano: MUSEO MERCANTILE

Il Museo Mercantile si trova all’interno dell’omonimo palazzo: sede rappresentativa del Magistrato Mercantile, nel Palazzo Mercantile avvenivano le sedute dell’organo giudiziario commerciale. Bolzano era sede molto importante fin dal 1200 di mercati e punto strategico tra l’Italia e la Germania, divenne un luogo dove venire a commerciare e fare affari e la promotrice fu la stessa Claudia de’ Medici, vedova di Leopoldo V d’Austria.

In queste sale  passò il potere commerciale e politico di Bolzano. Le stanze e gli arredi del primo piano sono originali e sono stati lasciati come erano in origine. Nelle varie sale sono conservati i ritratti di bolzanini illustri, antichi documenti che raccontano il commercio cittadino, arredi e tappeti che mettono in evidenza lo stile di vita della Bolzano benestante.

E’ grazie alla Camera di Commercio di Bolzano che il Palazzo Mercantile è visitabile: è dal 1997 che ha aperto i battenti al pubblico, dando la possibilità di poter entrare in questo bellissimo edificio. E non scordatevi di scendere anche nelle cantine! Ne avevo parlato nel mio post sui Portici di Bolzano.

INFO UTILI

Costo del biglietto: 4€ – Per maggiori info: Museo Mercantile di Bolzano

Museo Mercantile Bolzano
Una sala del Museo Mercantile

 

Musei a Bolzano: MUSEION – MUSEO D’ARTE CONTEMPORANEA

Il Museion è un luogo particolare e dal 2008 è situato in un altrettanto particolare edificio: struttura realizzata dallo studio di architettura berlinese KSV Kruger, Schuberth, Vandreike e forse tra i pochi i musei d’arte contemporanea in Italia ospitati in una struttura creata ad hoc per il museo stesso. Edificio di forma cubica, vuole creare una sorta di dialogo con l’esterno e con la città stessa: una facciata dà sul centro storico di Bolzano mentre l’altra sulla parte nuova e la natura (si perché proprio qua c’è tantissimo verde grazie al parco del Talvera).

L’obiettivo di Museion è la promozione dell’arte contemporanea, con un occhio particolare per l’incontro tra la cultura tedesca e quella italiana. Molte sono le mostre temporanee organizzate ma interessante è anche la collezione permanente che raccoglie importanti esempi delle correnti artistiche del Ventesimo secolo, oltre ad opere di artisti locali, nazionali ed internazionali.

C’è anche una biblioteca, molto fornita per quanto riguarda l’arte contemporanea: ben 15.000 volumi, abbonamento a 20 riviste del settore e oltre 200 video. Tutto prestabile.

Curiosità: il Museion non è solo questa struttura particolare ma anche la Casa Atelier situata proprio accanto al museo stesso, usata per ospitare gli artisti e il Cubo Garutti, situato nel quartiere Don Bosco proprio dall’artista Alberto Garutti e dove ogni tre mesi vengono installate delle nuove opere d’arte. Un luogo d’incontro con la città: se non sono le persone che vanno al museo, è il museo stesso che va dalle persone!

INFO UTILI

Costo del biglietto: 7€ e riduzioni – Per maggiori info: Museion

Museion a Bolzano
La facciata del Museion che dà sul Talvera

 

Musei a Bolzano: TESORO DEL DUOMO DI BOLZANO

Questo è un piccolissimo museo che si trova proprio dietro al Duomo di Bolzano. Piccolo ma davvero molto interessante: raccoglie soprattutto gli arredi sacri di età barocca dell’area tirolese: paramenti liturgici, gonfaloni e oreficeria del XVIII secolo, queste sono gli oggetti che potrete ammirare qua. Attraverso i tesori del Duomo, viene raccontanta la storia e le tradizioni della comunità parrocchiale della città.

Tra le curiosità: un ostensorio a forma di torre tardo-gotica in argento dorato alto 136 centimetri del 1490 e che pesa ben 13 Chili (unico in Italia), una vasta collezione di reliquie e i presepi.

INFO UTILI

Costo del biglietto: 3€

Uno scorcio del museo Tesori del Duomo di Bolzano
Uno scorcio del museo Tesori del Duomo di Bolzano

Visitare i musei a Bolzano con la BOLZANO BOZEN CARD

E’ possibile visitare 9 musei di Bolzano + 80 musei dell’Alto Adige con la Bolzano Bozen Card, è valida 3 giorni e costa 18€ per gli adulti; oltre ad altri servizi. Basta far riferimento all’ Azienda per il Turismo di Bolzano.

Consigli di lettura sui musei a Bolzano e in Alto Adige in generale:

Alto Adige per tutti (a cura di), Vivi la cultura senza barriere. Guida ai musei in Alto Adige, Athesia, Bolzano, 2013

Festi Roberto, Nardelli Lucia (catalogo a cura di), Merkantilmuseum Bozen / Museo Mercantile Bolzano, Handelskammer Bozen / Camera di Commercio di Bolzano, 1998

Schweigkofler M. – Tauber V. – Unteregger U., Musei da scoprire, Casa Editrice Athesia srl, Bolzano, 2003

Schroder Nina, Musei dell’Alto Adige. Storia, tradizioni, arte, natura, Folio Editore, Vienna / Bolzano, 2004

Pan Alexandra, Guida ai musei del Sudtirolo, Provincia Autonoma di Bolzano – Alto Adige, Assessorato alla scuola e cultura tedesca e ladina, Bolzano 1997

Provincia Autonoma di Bolzano – Alto Adige, Alto Adige. Guida ai luoghi del cinema, Giunti, Firenze, 2006

 

Autore dell'articolo: Katia

Mi chiamo Katia, ho vissuto tra Italia, Germania e Irlanda. I posti che adoro di più? L'Irlanda, Venezia e tutte quelle località dove c'è il mare ... infatti, ironia della sorte, vivo in montagna! Perché scrivo? Semplicemente per ricordare tutto quello che vedo e per imparare a scrivere! :)

8 thoughts on “Musei a Bolzano: cultura per tutti i gusti!

    Dani

    (marzo 26, 2018 - 2:10 pm)

    Sono stata diverse volte a Bolzano, ma non ho mai visitato i suoi musei… mi hai dato diversi spunti interessanti per la prossima occasione!

      Katia

      (marzo 26, 2018 - 3:07 pm)

      Nel campo museale, ci sono moltissime opzioni e tantissime attività artistiche-culturali: in questo senso Bolzano offre davvero tanto!

    Bruna Athena

    (dicembre 18, 2017 - 9:22 am)

    Non sono mai stata in Trentino Alto Adige e, in particolare a Bolzano, vorrei vedere il Museo di Ötzi; per il resto, vorrei stare il più possibile all’aria aperta!

      Katia

      (dicembre 18, 2017 - 4:33 pm)

      Ti capisco: l´Alto Adige e´ un luogo con paesaggi meravigliosi che e´ un vero peccato passare la maggior parte del tempo chiusi dentro! 🙂

    Tanja

    (dicembre 17, 2017 - 9:38 pm)

    Siamo andati a vedere Ötzi proprio l’anno scorso ma gli altri non li conoscevo! Grazie per le tips!

      Katia

      (dicembre 17, 2017 - 11:34 pm)

      Il museo di Ötzi è il più conosciuto: vedo sempre una coda infinita quando i passo davanti ma a me è quello che è piaciuto meno 🙁

    Erica

    (dicembre 17, 2017 - 8:45 am)

    Hai proprio ragione, quando si pensa a Bolzano i musei sono forse l’ultima cosa che si inserisce nella lista. Il Museo Mercantile sembra davvero interessante! Me lo segno qualora riuscissi, dopo anni, a tornare a Bolzano!
    Un abbraccio
    Erica

      Katia

      (dicembre 17, 2017 - 11:34 am)

      Il Palazzo Mercatile è quello che mi è piaciuto di più e non sapevo della sua esistenza!
      Se vieni, fatti sentire che ci vediamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *