I mercatini natalizi di Rango e Canale di Tenno

A volte ci sono luoghi che ci portano in un mondo tutto loro, quello fatato di gnomi e folletti, dove la vita sembra essersi fermata in un lontano passato. Borghi incastonati nelle montagne, a volte un po’ fuori mano ma forse proprio per questo bellissimi. E se questi borghi fanno parte dei Borghi più belli d’Italia un perché ci sarà, o no? Ebbene, ho ceduto al richiamo dei mercatini natalizi di Rango e di Canale di Tenno. Complice una domenica libera, ho deciso di avventurarmi su per i monti all’avanscoperta.

 

RANGO

Rango si trova nelle valli Giudicarie, ai piedi delle Dolomiti del Brenta e la sua origine si perde nella notte dei tempi. Il borgo è caratterizzato da molti porticati, chiamati vòlti e probabilmente costruiti per proteggere i pastori con le loro greggi nelle giornate di pioggia: il suo passato, infatti, è stato scritto da pastori, contadini, pellegrini e mercanti. Le antiche case,  le tipiche case di montagna, ristrutturate e riportate al loro antico splendore, creano vicoli stretti, cortili nascosti, porticati e antiche legnaie. Ed è proprio qui che i mercatini si sviluppano, andando a recuperare tutti quei luoghi intimi e caratteristici decorati a festa. I banchetti si distribuiscono lungo le vie del paese, dove è possibile trovare tutte le prelibatezze enogastronomiche tipiche di questa zona e legate alla Strada del Vino e dei Sapori dal Garda alle Dolomiti; oltre ad ammirare l’artigianato locale.

 

mercatini di natale di rango
Una delle tante entrate dei banchetti

 

i vòlti di Rango
Uno scorcio dei vòlti di Rango

 

Il tutto è accompagnato dalla musica delle zampogne e delle fisarmoniche e dai canti dei cori, dalla gioiosità di giullari e giocolieri. La domenica che precede il Natale, Rango si trasforma nel Villaggio di Babbo Natale dove i bambini sono accolti da racconti di fiabe e dagli antichi racconti del filò. Ma dato che ci siamo, perché non scrivere una lettera a Babbo Natale e spedirla direttamente all’ufficio postale di Santa Claus? Il Natale prende piede nelle case e nei tipici vòlti delle cantine, dove gli abitanti “ospitano” i turisti da una parte e chi sta dietro ai banchetti. Gli espositori son ben 93: c’è veramente l’imbarazzo della scelta! E a questi stand, aggiungete anche 14 stand dove poter mangiare e bere. Le noci sono frutti tipici di queste zone, non vi rimane che assaggiare il pane e i dolci alle noci ed invece del classico vin brulé perché non assaggiare la mela brulé?

E per gli amanti del selfie, in cima al paese è stato allestito il Set Selfie, una novità 2016: al punto L’era delle idee è possibile fare una foto ricordo con lo sfondo di Rango.

 

Decorazioni tipiche in legno

 

la polenta di rango
A pranzo perché non assaggiare la polenta?

 

CANALE DI TENNO

Canale di Tenno è una perla situata tra il Lago di Garda e le Dolomiti del Brenta e vicino al lago di Tenno. Borgo di origine medievale, durante gli anni ha conosciuto un periodo di abbandono. Dagli anni Ottanta Canale di Tenno è stato riscoperta, trasformandosi in un museo a cielo aperto grazie agli edifici costruiti in sasso con volte a botte, viuzze, sottopassi, selciati di ciotoli e poggioli in legno.

 

luci natalizie a canale di tenno
Canale di Tenno illuminata a festa

 

uno scorcio di canale di Tenno
Uno scorcio di Canale di Tenno

 

Anche qua gli stand natalizi movimentano i cortili interni delle case e tutte le vie del centro, dove si alternano banchetti di cibo tipico a quelle degli hobbysti e artigiani: a voi la scelta dato gli stand sono ben 70. Dicembre è caratterizzato da mitiche presenze. Il 13 arriva Santa Lucia, il 20 c’è Babbo Natale che distribuisce i doni a chi è stato bravo durante l’anno che si sta per concludere e il 24, la Vigilia di Natale, il corteo dei pastori accompagna la Sacra Famiglia alla chiesa per la Messa di mezzanotte e il 26, per tutto il pomeriggio, il presepe diventa vivente con i canti natalizi e gli zampognari come sottofondo, facendo rivivere così il borgo. Volete mettere l’incanto e la magia di questi posti durante le feste?

Volete assaggiare qualcosa di tipico? La tradizione locale propone “la carne salada e fasoi” (carne di manzo di prima scelta condita con spezie, servita cruda o cotta), servita anche con la polenta al posto dei fagioli. Oltre ad altri prodotti tipici del luogo come l’olio extravergine d’oliva del lago di Garda o il vino (di queste parti, la Schiava è quello tipico).

 

i vòlti di canale di tenno
I vòlti di Canale di Tenno

 

Canale di Tenno e i mercatini di natale
Altro scorcio di Canale di Tenno

 

Io mi sono innamorata a prima vista di Rango e Canale di Tenno, due borghi medievali bellissimi. Vi consiglio di visitarli anche durante il resto dell’anno e non solo in occasione dei mercatini per poter assoporare meglio la loro magica atmosfera. Se siete curiosi di vedere altre foto, sui social sono stati creati due hashtag appositi: #mercatinorango e #mercatinocanale!

 

 

© Matteo Zubani

 

Questo articolo partecipa al contest All about Christmas del blog La bella tartaruga che raccoglie tanti link utili, non solo viaggi ma anche cibo e lavoretti fai da te a tema natalizio. Cliccate, leggete, divertitevi e  … Buon Natale a tutti voi!

 

 

Autore dell'articolo: Katia

Mi chiamo Katia, ho vissuto tra Italia, Germania e Irlanda. I posti che adoro di più? L'Irlanda, Venezia e tutte quelle località dove c'è il mare ... infatti, ironia della sorte, vivo in montagna! Perché scrivo? Semplicemente per ricordare tutto quello che vedo e per imparare a scrivere! :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *