mercatini di natale molveno

Molveno: il lago svuotato e i mercatini di Natale

Molveno è conosciuta soprattutto per il suo lago dal color turchese e le Dolomiti di Brenta che fanno da sfondo a questo meraviglioso borgo montano: luogo ideale dove passare le vacanze estive o base per le camminate in montagna. In inverno è eclissata dalla vicina Andalo per via delle piste da sci e Molveno si trova ad essere così un paese satellite. Inoltre durante i mesi più freddi, il livello del lago si abbassa: ogni 10 anni, viene svuotato del tutto, creando un paesaggio lunare, atipico senza però perdere la sua bellezza. Lo svuotamento serve a pulire i suoi fondali ma anche la relativa galleria sotterranea e la relativa manutenzione: lo sapevate che il lago è un bacino che raccoglie le acque del torrente Sarca? Le sue acque provengono dalla vicina Val Rendena e dalla Val di Genova che, attraverso una grande galleria sottostante alle Dolomiti di Brenta vengono condotte a Molveno. Il secondo passaggio consiste nell’alimentare la centrale idroelettrica di Santa Massenza.

Lo svuotamento del lago è diventata un’attrazione turistica: le foto sono diventate virali, facendo diventare Molveno e il suo lago famosi anche l’inverno. Se vi piacciono i borghi montani, di certo non vi deluderà anche in inverno… io l’adoro! Tra i miei primi articoli, avevo proprio parlato di Molveno e vi rimando a Molveno, perla delle Dolomiti.

paesaggio lunare a molveno
Il lago prosciugato in inverno

 

Da qualche anno a questa parte, Molveno ospita durante le feste natalizzi anche i mercatini di Natale: 12 casette di legno animano la piazza principale, già bella di suo grazie al punto panoramico sul lago. Arte e artigianato locale – creati soprattutto col legno, il feltro e la lana, materiale molto usato da queste parti – lanterne e candele ma anche specialità enogastronomiche da assaggiare: ecco quello che si può trovare passeggiando un po’ qua e po’ là. E come non bastasse, 70 presepi, dai più classici a quelli più moderni, creati dagli abitanti di Molveno, decorano le varie vie e viuzze del paese: un modo per conoscere meglio questa “perla delle Dolomiti“, come la definì Antonio Fogazzaro.

Il clima è quello tipico del borgo montano durante le feste: il profumo del vin brulè e dei piatti tipici del luogo (non solo carne ma anche pesce: il Salmerino, valida alternativa della trota, è da assaggiare assolutamente) ci invitano a fermarci per assaporare tutti questi gusti.

L’apertura dei mercatini è limitata solo al periodo natalizio: dal 22 dicembre 2016 fino all’8 gennaio 2017. Anche se breve, le festività sono caratterizzate da tante attività interessanti e per ogni gusto. Durante la vigilia, Babbo Natale e le sue assistenti gironzolano per il paese insieme a due pastori e le loro cornamuse, animando il centro di Molveno; Santo Stefano è la giornata dei bambini che grazie alla BimboMusic potranno ballare tutto il pomeriggio, mangiare zucchero filato e popcorn ed essere truccati da folletti o fate. L’ultimo dell’anno è illuminato dalla fiaccolata della compagnia degli Ortallegri, concludendo la serata con uno spettacolo di fuoco. Ovviamente Capodanno non può passare di certo inosservato: musica a tutto spiano per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Ogni giorno c’è qualcosa da fare fino al giorno della Befana: e chi se la perde la sfilata di tutte le Befane del Gruppo Folk Ballincontrà?

 

 

Banchetti di Natale

 

 

Se volete rimanere in contatto con Molveno e tutte le sue foto (o magari ci siete già stati e volete condividere le vostre di foto ed eventi), vi segnalo su Facebook il gruppo Malati di Molveno e su Instagram l’hashtag #MalatiDiMolveno e per il tema natalizio #MercatinoNataleMolveno e #MercatinoMolveno!

Autore dell'articolo: Katia

Mi chiamo Katia, ho vissuto tra Italia, Germania e Irlanda. I posti che adoro di più? L'Irlanda, Venezia e tutte quelle località dove c'è il mare ... infatti, ironia della sorte, vivo in montagna! Perché scrivo? Semplicemente per ricordare tutto quello che vedo e per imparare a scrivere! :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *