In giro per i mercatini di Natale

Siamo sotto Natale e Trento è invasa da turisti. Dato che non c’è neve e non fa così freddo, tutti stanno affollando il centro storico per visitare gli oramai famosissimi mercatini di Natale. Una volta legati al mondo nordico mentre ora in tutta Italia ne stanno spuntando ovunque qua e là. Ma vi siete mai domandati qual è la loro origine?


Un pò di storia …

Mettetevi nei panni dei nostri avi: qualche secolo fa non esistevano i supermercati e sia i mercati che le fiere erano gli unici momenti in cui la popolazione poteva andare ad acquistare i beni di consumo. I mercati venivano organizzati in specifici momenti dell’anno legati a particolari ricorrenze annuali come ad esempio durante l’Avvento. Le prime testimonianze si hanno nell’area tedesca intorno al XIV secolo in Germania e in Alsazia. A Dresda si ha il  primo documento, risalente al 1434 che attesta la presenza del mercato natalizio ed esattamente il lunedì prima di Natale: infatti viene citato un Striezelmarkt (mercato degli ‘Striezel’, un dolce tedesco). Durante la Riforma Protestante il nome dei mercatini di Natale fu ribattezzato Christkindlmarkt per opporsi al culto dei santi. A Strasburgo i mercatini risalgono al 1570 e a Norimberga nel 1628. I più famosi sono quelli di Norimberga, Dresda, Strasburgo e Colonia, città nelle quale si tengono contemporaneamente ben sette mercatini. Vi si possono trovare oggetti di pregio così come oggettini più modesti, regali per tutte le tasche. Il tratto artigianale, ovviamente, rimane elemento caratterizzante.

C’è da dire che inizialmente questi mercati erano piuttosto cari e solo la borghesia aveva la possibilità di acquistare, mentre il resto della popolazione ne era tagliata fuori. Nel corso del tempo l’interesse per questi mercatini artigianali aumentò, fino ad espandersi in tutto il paese. La tradizione dei mercatini natalizi vuole che i beni esposti e poi venduti siano prodotti tipicamente artigianali e fatti a mano: è proprio per questo motivo che ancora oggi questi oggetti sono una delle attrazioni principali della manifestazione.

decorazioni natalizie ai mercatini di Natale a Rovereto
Tipiche decorazioni natalizie che si trovano nei mercatini di Natale

 

In Germania ho visitato i mercatini di Stoccarda, Friburgo e Berlino: c’è da dire che in generale, in mercatini tedeschi si distribuiscono lungo tutte le vie del centro storico e ogni città ha le sue caratteristiche. I più particolari che ho visto sono stati quelli di Stoccarda: qua si possono contare ben 205 stand che si incastonano tra il castello e la cattedrale ed è il più antico e grande d’Europa. Quelli di Stoccarda sono particolari nei “tetti” dei vari stand: se alzate gli occhi vi potrete divertire osservando i vari pupazzi che li adornano.

Le renne sui mercatini natalizzi di Stoccarda
Renne sugli stand di Stoccarda

 

Il presepe sopra gli stand dei mercatini di Stoccarda
Il presepe sopra gli stand, Stoccarda

 

Il mercatino di Natale di Friburgo è più piccolo rispetto a Stoccarda e Berlino ma questo non vuol dire che non sia bello, anzi, l’aria natalizia della Foresta Nera rende tutto più tipico (poi se c’è la neve, meglio ancora). Le casette si distribuiscono principalmente nella piazza del Municipio e nelle viuzze laterali. L’attrattiva di questo mercato la si trova nell’eccezionale sfondo della piazza con i suoi edifici storici e nella diversità della merce offerta: quando ci sono andata io mi sono persa ad ammirare l’ambientazione, grazie alla tanta neve fatta, alle luci natalzie e al profumo del vin brulè.  Tra gli stand è possibile vedere gli intagliatori del legno, i molatori di pietre preziose, i soffiatori del vetro, i vasai, i candelai e gli impagliatori. Dappertutto si diffonde l’inconfondibile profumo del panpepato, del vino brulè, delle spezie, delle mandorle arrostite, dei marroni caldi, delle specialità affumicate della Foresta Nera e dei crauti.

 

I mercatini di Natale a Friburgo
I mercatini natalizi di Friburgo
I mercatini natalizzi di Friburgo
Altri banchetti dei mercatini di Friburgo

 

A Berlino di mercatini ne troviamo davvero tanti: in ogni piazza ce n’è uno, alcuni a pagamenti altri ad entrata libera ma comunque rispecchiano le esigenze di ognuno dai più caratteristici e suggestivi, ai più moderni e giovanili. Weihnachtzauber e si trova nella Gendarmenmarkt, dove ben 120 bancarelle sono distribuite nella piazza. Spandauer Altstadt, è il più grande dell’intera Germania e vanta oltre 450 stand. Tra i banchi magnifici e originali oggetti artistici e realizzati a mano. Weihnachtscity, è il mercatino di Natale dei giovani: contemporaneo e internazionale con un ricco programma culturale che richiama migliaia di persone. Alexanderplatz si sviluppa sotto un grande albero di Natale e intorno a una grande pista di ghiaccio dove è possibile pattinare. Si tratta del mercatino preferito dalle famiglie grazie anche alla presenza di divertenti giostre per i bambini.

Mercatini di Natale a Gendarmerieplatz, Berlino
Weihnachtzauber, Gendarmerieplatz

 

Mercatini di Natale ad Alexanderplatz, Berlino
Mercatino ad Alexanderplatz

 

Nel resto dell’Europa, i mercatini sono nati durante il 1900. Il primo mercatino in Italia viene datato molto recentemente: 1991 a Bolzano e a ruota, nel corso degli anni, sono seguite altre città italiane. Proprio a Bolzano, tutto il centro cittadino si illumina a festa e alcune orchestrine locali accompagnano il giro grazie alle melodie natalizie, ampliando la magica atmosfera. Tra le tipiche casette di legno, i mercanti provenienti da mezza Europa propongono tantissime e splendide realizzazioni artigianali a tema natalizio.

A Trento i mercatini di Natale sono nati ben 22 anni fa ma da due anni oltre la classica Piazza Fiera, si è aggiunta Piazza Cesare Battisti: per me un buonissima idea quella di distribuirli in diveri posti della città. Da quest’anno si ha dato una maggiore attezione all’ambiente e all’ecologia: è stata completamente abbandonata la plastica a favore di stoviglie in ceramica e biodegradabili. Oltre ai banchetti dove si possono acquistare prodotti artigianali (sia per la casa che da mangiare), è possibile “sfamarsi” con canederli, zuppe, polenta e gulasch.

 

Mercatini di Piazza Battisti a Trento
Piazza Cesare Battisti a Trento

 

A Verona, la tradizione è piuttosto recente, infatti è solo da 8 anni che Piazza dei Signori ospita le caratteristiche casette in legno del “Christkindlmarkt“: circa 60 espositori propongono prodotti tipici tradizionali artigianali quali addobbi in vetro, legno e ceramica, tante idee regalo nonché specialità gastronomiche e deliziosi dolci natalizi.

12316176_1087952547881864_4533066694552826552_n
Cortile del Mercato Vecchio, Verona
12345590_1087952574548528_5826661251096878352_n
Piazza Dante, Verona

 

Ad Innsbruck in Austria di mercatini di Natale ce ne sono ben 3 che si distribuiscono nel centro storico.  Il Centro Storico, caratterizzato  dalle case tipiche medievali ed è quello più tradizionale: ci sono ben 70 bancarelle in stile rustico e anche qua ci si trova di fronte ai profumi del classico vin brulè, mandorle profumate e ammirare i presepi e tutti i prodotti tipici (culinari e non) della zona.  Quello di Marktplatz è più a prova di famiglia: ci si trova di fronte ad una giostra di cavalli, teneri pony e anche un teatrino di pupazzi dove ci sono diversi spettacoli che intrattegono i più piccoli. Qua ci sono 60 bancarelle e l’albero di Natale è in cristallo Swarovski, alto 14 metri. Il terzo mercatino, è quello di Maria-Theresie-Strasse e tra i 3 è quello più moderno: le 30 bancarelle si distribuiscono lungo tutto il viale ed è caratterizzato dalle luci degli alberi decorati a festa, molto luminosi.

 

P_20151212_141252
Bancarelle tipiche nel centro storico di Innsbruck
P_20151212_161814
Il mercatino di Marktplatz

 

E voi quali mercatini avete visto? Quale vi è piaciuto di più? Postate foto e commenti a riguardo su FB: sono curiosa di sapere dove siete stati.

Buone visite!

© Matteo Zubani

Questo articolo partecipa al contest All about Christmas del blog La bella tartaruga che raccoglie tanti link utili, non solo viaggi ma anche cibo e lavoretti fai da te a tema natalizio. Cliccate, leggete, divertitevi e  … Buon Natale a tutti voi!

 

Autore dell'articolo: Katia

Mi chiamo Katia, ho vissuto tra Italia, Germania e Irlanda. I posti che adoro di più? L'Irlanda, Venezia e tutte quelle località dove c'è il mare ... infatti, ironia della sorte, vivo in montagna! Perché scrivo? Semplicemente per ricordare tutto quello che vedo e per imparare a scrivere! :)

2 thoughts on “In giro per i mercatini di Natale

    Roberta

    (novembre 23, 2016 - 12:31 pm)

    I mercatini di Trento mi sono piaciuti moltissimo l’anno scorso. Certo Friburgo e Innsbruck sono davvero allettanti..

      KatiaDivina

      (novembre 24, 2016 - 3:11 pm)

      Vivendoci, oramai quelli di Trento non mi attirano neanche più! Di solito ho i miei due banchetti dove compro ogni anno qualcosa e poi niente più. Anzi … ora fino a Natale, eviterò il centro per via dei tanti turisti! Quelli della Germania e dell’Austria mi sono piaciuti molto di più!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *