cosa vedere in mezza giornata ad assisi

Cosa vedere in mezza giornata ad Assisi

Assisi è stata l’ultima tappa del mio viaggio in Umbria lo scorso maggio. Non avendo avuto molto tempo a mia disposizione, ho dovuto concentrare la mia visita in poche ore, selezionando i luoghi più importanti ed interessanti. Ecco allora l’ultima puntata umbra dove racconto cosa vedere in mezza giornata ad Assisi!

Assisi è conosciuta soprattutto per aver dato i natali ad uno dei santi più famosi d’Italia: S. Francesco, seguito dalla figura di S. Chiara. Le loro vicende biografiche hanno caratterizzato la città a cavallo il 1100 e il 1200. Ma dovete sapere che Assisi, all’epoca dei due Santi, aveva già alle spalle una lunga storia: è stata un fiorente municipio romano e probabilmente è qui che nacque il poeta latino Properzio. Lui la descrisse già con terrazze che risalivano il monte Subasio e il tempio di Minerva come centro nevralgico della città. E’ però nel Medioevo che Assisi è diventata come noi la conosciamo oggi: vicoli, scalette, orti pensili e un divenire di sali-scendi. Proprio per la sua posizione, c’è la “Parte de Sopra” e la “Parte de Sotto” che dividono la città nei relativi rioni e che in un lontano passato facevano capo rispettivamente alle famiglie rivali dei Fiumi e dei Nepis: perché non venire durante il Calendamaggio per rivivere le tradizioni?

 

Scorcio dalla Piazza del Comune
Scorcio dalla Piazza del Comune

 

Ora veniamo a noi: vi racconto cosa vedere in mezza giornata ad Assisi!

Il punto di partenza è la Basilica di S. Chiara nell’omonima piazza. Costruita tra il 1257 e il 1265, dal 1260 custodisce gelosamente le spoglie di S. Chiara nella cripta sottostante alla basilica. Dall’esterno, la chiesa risulta essere molto semplice e sobria ma è al suo interno che troviamo uno scrigno meraviglioso: gli affeschi eseguiti da pittori giotteschi che raccontano la leggenda della Santa. Ci credete che nel Settecento il vescovo ordinò di intonacare le pareti, nascondendoli? Da ammirare, oltre gli affreschi, c’è la tavola di S. Chiara, la tavola della Madonna della Cortina e il Crocifisso di S. Damiano.

 

Esterno della chiesa S. Chiara
Esterno della chiesa S. Chiara

Dopo la visita ho proseguito per corso Mazzini fino a raggiungere piazza del Comune dove ho visitato il Tempio di Minerva. Piazza del Comune è stata, ed è tutt’ora, il cuore nevralgico della città. Il luogo dove è conservato il potere laico: è dal lontanto 1212 che il Comune ha sede qui. Durante il periodo romano sorse in questo luogo il Foro Romano e nel corso del tempo vari edifici sono stati costruiti tutt’intorno, cambiando la fisionomia della piazza. Il Tempio di Minerva è sicuramente l’edificio più antico, costruito a partire dal I secolo a.C. (epoca repubblicana). Dall’esterno l’edificio è sorprendente e mi ha lasciato senza parole. Il Tempio, nel corso del tempo è stato trasformato in una chiesa cattolica: esternamente sono state lasciate le 7 antiche colonne romane, tipiche di un antico tempio mentre l’interno della chiesa e il resto degli edifici sono di periodi successivi. E’ possibile visitare, oltre la chiesa, anche gli antichi scavi romani: danno la possibilità di ripercorrere in parte l’antico foro romano e danno una ricostruzione “virtuale” di come fosse questa piazza 2000 anni fa.

Gli altri edifici presenti nella piazza sono il palazzo dei Priori, il palazzo del Capitano del Popolo e la relativa torre situata proprio accanto al Tempio di Minerva.

 

 

Piazza del Comune ad Assisi
Piazza del Comune ad Assisi

 

Interno del Tempio di Minerva
Interno del Tempio di Minerva

 

Dopo essermi lasciata trasportare da questa piazza, ho percorso via San Francesco, raggiungendo la Basilica di S. Francesco. La basilica sicuramente è il luogo più conosciuto di Assisi e raccoglie la maggior affluenza di turisti. Non mi dilungo troppo a raccontarvi vita, morte e miracoli perché ci sarebbe da scrivere per un anno intero! Vi dico solo che mi sono molto commossa una volta entrata! Come ben sapete, la basilica è formata da 2 chiese, quella superiore e quella inferiore. Arrivando dal piazzale, io ho iniziato da quella superiore, per poi scendere nell’altra. Giotto e Cimabue sono gli artefici dei meravigliosi affreschi che decoraro COMPLETAMENTE le due due chiese senza lasciare nessun spazio murale libero: l’immagine è stata in passato uno strumento didattico efficacie e usata spesso dalla Chiesa per spiegare la Bibbia. Questo è il motivo per cui le chiese del Medioevo, e in particolar modo quelle francescane e domenicane, erano completamente ricoperte dagli affreschi. Scendendo nella chiesa inferiore è possibile visitare anche la tomba di S. Francesco.

Esterno della Basilica di S. Francesco
Esterno della Basilica di S. Francesco

 

Anche le vetrate non sono da meno: coloratissime e unica via di luce in questo luogo oscuro, tipico delle chiese medievali e raccontano storie legate alla Bibbia. Per chi ha tempo, c’è la possibilità di visitare anche il Museo del Tesoro, ospitato nel Palazzo Papale, proprio accanto all’abside della basilica.

 

Alcuni affreschi della Basilica di S. Francesco
Alcuni affreschi della Basilica di S. Francesco

 

La Basilica di S. Francesco è stata l’ultima tappa della mia visita ad Assisi. Mi sarebbe piaciuto visitare molto di più: la Pinacoteca, il Duomo e magari continuare a gironzolare per i vicoli del borgo medievale. Sicuramente una giornata ci vuole ma non sempre si ha il tempo necessario per visitare un luogo. Quello che mi è piaciuto di più? Difficile scegliere: ho adorato gironzolare per i vicoli, ammirare il panorama da scorci fantastici, apprezzare le antiche case medievali tutte diroccate sul Monte Subasio e il fatto che ci fosse poco traffico di auto. Di contro, come è ovvio, l’afflusso all’interno della Basilica di S. Francesco è tanto, a volte ingombrante che mi scocciava dover “correre” piuttosto che prendermela con calma ad ammirare questo capolavoro. Tanti negozietti di souvenir che sminuivano la spiritualità del luogo.

Spero di avervi dato uno spunto su cosa vedere in mezza giornata ad Assisi se magari anche voi vi ritroverete nella mia stessa situazione!

 

Panorama da Assisi
Panorama da Assisi

 

INFO UTILI

  • L’entrata alle Basiliche di S. Francesco e di S. Chiara è gratuita. Prima di entrare nella Basilica di S. Francesco c’è un controllo con i metal detector; una volta entrati non è possibile far foto (sono riuscita a farne un paio ma subito un padre francescano mi ha ripreso!).
  • Non è possibile entrare ad Assisi con l’auto: c’è l’obbligo di lasciare l’auto in uno dei parcheggi a pagamento all’entrata della città. Ci dovrebbero essere dei parcheggi gratuti ma sono a valle e poi c’è un bel pezzo in salita da fare a piedi.
  • Assisi è raggiungibile anche col treno ma la fermata rimane nel fondovalle. Avendo raggiunto la città con l’auto di una amica, non so se poi ci sono delle navette che collegano la stazione al centro.

 

 

Autore dell'articolo: Katia

Mi chiamo Katia, ho vissuto tra Italia, Germania e Irlanda. I posti che adoro di più? L'Irlanda, Venezia e tutte quelle località dove c'è il mare ... infatti, ironia della sorte, vivo in montagna! Perché scrivo? Semplicemente per ricordare tutto quello che vedo e per imparare a scrivere! :)

6 thoughts on “Cosa vedere in mezza giornata ad Assisi

    Celeste

    (agosto 30, 2017 - 12:29 pm)

    Quant’è carina Assisi!
    Io sono fortunata, ci arrivo in un’oretta di auto, e da piccoli anche con la scuola era una delle tappe più gettonate.
    La basilica è straordinaria ed ogni volta mi incanto ad osservare ogni minimo particolare!

      Katia

      (agosto 30, 2017 - 10:02 pm)

      A me piacerebbe molto vederla con calma: purtroppo l’ho vista di corsa. Anche se ho studiato storia dell’arte, ci credi che difficilmente mi commuovo davanti alle opere e stavolta, in questa basilica mi sono commossa veramente? Comunque l’Umbria in generale è davvero fantastica: quel poco che ho visto me ne sono innamorata 🙂

    Maria Rita

    (agosto 26, 2017 - 1:13 am)

    Quest’anno il nostro viaggio in Umbria è sfumato e spero vivamente di andarci il prossimo anno. Aggiungo quest’articolo nei preferiti

      Katia

      (agosto 26, 2017 - 10:42 am)

      Peccato! L´Umbria e´ tanto bella! Spero tu riesca ad andarci al piu´ presto. Grazie per essere passata 🙂

    Stamping the world

    (agosto 24, 2017 - 2:41 pm)

    Ottima guida!
    Ci sono stata un paio di volte e devo dire che hai citato tutto quello che c’è da vedere! 😊
    Un bacione! 😘

      Katia

      (agosto 25, 2017 - 10:46 am)

      Grazie! Sara´ perche´ ho avuto poco tempo ma mi sarebbe piaciuto visitare Assisi con calma e vedere piu´ cose! Spero di ritorarci al piu´ presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *