artoteca in biblioteca

Artoteca in biblioteca: quando in biblioteca si noleggia l’arte!

L’8 novembre 2017 si è tenuto l’Open Day presso il Centro Trevi di Bolzano dove si è parlato di arte, tanta arte e ho fatto una grande scoperta: si possono prendere in prestito le opere d’arte come se fossero dei libri! Il progetto si chiama Artoteca: avete in mente una biblioteca con tanti libri? Ebbene, ora sostituite i libri con le opere d’arte per ritrovarvi un’artoteca in biblioteca.

L’artoteca è la biblioteca dei quadri: un servizio dove è possibile prendere a prestito in modo gratuito o a pagamento delle opere d’arte moderna e contemporanea in strutture convenzionate; molte volte possono essere le stesse biblioteche ad offrire questo tipo di servizio. Ecco perché ho intitolato il mio articolo “Artoteca in biblioteca” e la prassi per portarsi a casa un’opera d’arte non è tanto diversa da quella del prestito librario. C’è un catalogo delle opere (online o cartaceo ma si può andare anche direttamente in loco), si sceglie l’opera che si preferisce, ci si reca nelle strutture che aderiscono all’iniziativa e la si porta a casa.

Artoteca in biblioteca

 

ARTOTECA IN BIBLIOTECA in Europa

Pensate che l’idea di un’artoteca è lontana: in Europa si incominciò a parlarne (e a praticarla) già negli anni Cinquanta nei paesi scandinavi per poi espandersi nei decenni successivi anche in Germania, Francia e Olanda. E’ proprio con quest’ultima che l’artoteca “esplode” (nel senso positivo, s’intende!): l’Olanda è dove il prestito delle opere d’arte ha avuto un maggior sviluppo, grazie anche i progetti che proponevano il prestito di opere che non fossero di proprietà di istituzioni ma degli artisti stessi. In questo caso il prestito era fatto tramite il pagamento di una quota di noleggio e in un secondo tempo queste opere potevano essere anche acquistate (ovviamente a prezzo scontato). In Francia, Grenoble è stato il maggiore centro dove si è sviluppato il prestito delle opere, fino a far nascere una mediateca vera e propria. Nel 1982, grazie alla spinta del Ministero della Cultura, furono aperti ben 15 servizi che si occupavano di artoteca: oggi siamo a ben 40 strutture pubbliche! Sia in Francia che in Germania, le artoteche si trovano in biblioteche, fondendo così le due cose. Mentre in Olanda sono molto più simili a gallerie d’arte dove l’utente può sia prenderle in prestito che acquistarle.

 

Artoteca alla biblioteca Claudia Augusta BZ
Artoteca alla biblioteca Claudia Augusta di Bolzano

 

ARTOTECA IN BIBLIOTECA in Italia

In Italia, l’idea dell’artoteca è arrivata più tardi e con un’idea un pò diversa da quello degli altri paesi europei. Si possono trovare delle gallerie private che propongono questa iniziativa, previo il pagamento delle opere d’arte: in questo caso si sottoscrive un abbonamento che consente un massimo di prestiti nell’arco dell’anno. Un esempio? A Vicenza c’è la Galleria Primo Piano Arte Studio di Graziella Zardo, a Roma troviamo l’Artotèque de Rome di Sabine Oberti. Altre gallerie, invece prestano le loro opere solo per il periodo limitato all’evento interessato.

La biblioteca comunale di San Casciano Val di Pesa è stata la prima istituzione a fare di artoteca un attività gratuita e all’interno di una biblioteca, grazie all’idea del pittore Giuliano Ghelli. A Cavriago, in provincia di Reggio Emilia è possibile recarsi presso il Centro Cultura Multiplo del comune dove trovare 150 opere prestabili in maniera gratuita e dove si offre anche della didattica legata all’arte per adulti e ragazzi.

Smanettando su internet ne troverete tante altre: perché non controllate se trovate qualcosa vicina a casa?

 

Artoteca in biblioteca
Peonie di Amalia Brun 2017
Centro Trevi di Bolzano

ARTOTECA IN BIBLIOTECA a Bolzano

A Bolzano, Artoteca è un progetto nato nel 2013 grazie alla collaborazione della Cooperativa 19 con l’Associazione degli Artisti di Bolzano ed è la prima biblioteca provinciale che si occupa solamente del prestito delle opere d’arte. La sua caratteristica è quella di avere un patrimonio composto da sole opere originali di artisti locali: un modo per valorizzare l’arte e il lavoro degli artisti alto atesini. Dal 2017 l’Artoteca fa parte a tutti gli effetti dei servizi delle biblioteche Public Library aderenti.

L’artoteca è un nuovo modo per pensare all’arte: non è più la persona, sola spettatrice,  che va nei musei o nelle gallerie d’arte per ammirare le opere in un luogo “estraneo” ma è l’arte che entra in casa delle persone, per essere goduta in maniera diretta e personale nel proprio salotto. Per poter prendere in prestito, basta essere iscritto in una delle biblioteche aderenti al progetto e il prestito dura 90 giorni.

Ecco come prendere in prestito un’opera d’arte a Bolzano:

  • Attacca un chiodo al muro di casa tua e dedicalo all’Artoteca
  • Vai sul sito di Artoteca nella sezione “catalogo” e scegli l’opera che preferisci. Oppure vai in una delle biblioteche che ospita le opere di Artoteca: guarda, tocca e scegli quella che ti piace di più
  • Compila il modulo di iscrizione, fai il prestito con la tua tessera sanitaria
  • Fatti imballare le opere al banco. I quadri e le statute sono tutte trasprtabili a mano, puoi andare a casa anche in bus
  • Vai a casa e goditi la tua nuova opera!
  • Dopo 90 giorni restituisci la tua opera nello stesso luogo dove l’hai presa. Ora puoi sceglierne un’altra!

 

Per saperne di più e consultare il catalogo, il sito è www.artoteca.bz!

 

Artoteca in biblioteca
Prendi un chiodo!

 

“Le  opere  d’arte, per  avere un pubblico, devono non soltanto separarsi dal loro autore, bensì anche andare di mano in mano e di bocca in bocca”
A. Hauser, Sociologia dell’arte, 1977

 

 

CONSIGLI DI LETTURA

Argano Lucio, Dallari Marco, Speraggi Mauro, L’arte in prestito: fare un’artoteca è facile, Edizioni Artebimbi, Bazzano BO, 2014

Autore dell'articolo: Katia

Mi chiamo Katia, ho vissuto tra Italia, Germania e Irlanda. I posti che adoro di più? L’Irlanda, Venezia e tutte quelle località dove c’è il mare … infatti, ironia della sorte, vivo in montagna! Perché scrivo? Semplicemente per ricordare tutto quello che vedo e per imparare a scrivere! :)

2 thoughts on “Artoteca in biblioteca: quando in biblioteca si noleggia l’arte!

    Roberta

    (novembre 24, 2017 - 3:29 pm)

    Non immaginavo fosse possibile una cosa del genere! Grazie per le info 😊

      Katia

      (novembre 25, 2017 - 1:20 pm)

      Neanche io! Però mi sembra una bella idea sia per gli utenti che per gli artisti. Metti che hai una cena particolare a casa con ospiti … sarebbe una gran bella figura! O magari vuoi cambiare qualcosa in campo estetico ma che non sia troppo impegnativo o invadente. Artoteca è una bella proposta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *